Ingresso ridotto nei musei solo per italiani e comunitari: cessa la discriminazione grazie all’intervento di ASGI

Tipologia del contenuto:Notizie

A seguito di un monitoraggio delle tariffe che i musei italiani ed i siti archeologici applicano ai giovani tra i 18 ed i 25 anni, il servizio antidiscriminazione ha rilevato che tali riduzioni riguardavano solo i giovani italiani o comunitari.

In particolare vi è stata una prima segnalazione riguardante la Galleria Nazionale Umbra che applicava una riduzione del prezzo del biglietto (2 euro anzichè 10 euro) per i giovani nella detta fascia d’età ma solo se comunitari.

A seguito di ciò, per verificare le tariffe applicate da altri istituti, si è proceduto col visionare l’elenco dei musei presente sul sito del MIBACT ( http://musei.beniculturali.it/musei ), nonchè alcuni singoli siti web.

All’esito, è stato rilevato che altri poli museali applicano la riduzione ai soli comunitari.

Sotto il profilo normativo, la riduzione del biglietto per i soli comunitari è contenuta nell’art. 4, commi 6, 7, DM 11.12.1997 n. 507, che prevede:

6. Per i cittadini dell’Unione europea di eta’ compresa tra i diciotto ed i venticinque anni, l’importo del biglietto di ingresso e’ pari a due euro.
7. Ai cittadini di Stati non facenti parte dell’Unione europea, si applicano, a condizione di reciprocita’, le disposizioni sulle riduzioni di cui al comma 6.

Ma tale DM, non prevedendo analoga agevolazione per i giovani extracomunitari, è in contrasto con norme successive e inderogabili, quali gli artt. 2 comma 2, 43 comma 1 e comma 2 lett. b), t.u. immigrazione.

Sul punto, il MIBACT era intervenuto con una FAQ pubblicata sul proprio sito che prevedeva quanto segue:

DOMANDA: Per applicare le condizioni di reciprocità ci si può attenere a quanto pubblicato sul sito web del MAE (i cittadini extracomunitari che soggiornino in territorio italiano e siano titolari della carta di soggiorno o di un regolare permesso di soggiorno rilasciato per motivi di lavoro subordinato, di lavoro autonomo, per l’esercizio di un’impresa individuale, per motivi di famiglia, per motivi umanitari e per motivi di studio..)?

RISPOSTA: Attualmente i paesi con i quali sono stati stipulati accordi di reciprocità sono: Svizzera (Accordo governo italiano – Ambasciata Svizzera), Paesi aderenti all’accordo sullo Spazio economico Europeo (Norvegia, Islanda e Liechtenstein) e Uruguay (Accordo di reciprocità Ministero affari Esteri – Ambasciata dell’Uruguay). In aggiunta ai citati accordi, a parere dell’Ufficio legislativo, possono essere applicate le condizioni di reciprocità ai titolari di regolare permesso di soggiorno rilasciato per i motivi indicati sul sito web del Ministero degli affari esteri.

Le indicazioni del Ministero sono dunque nel senso di estendere le agevolazioni anche ai giovani extracomunitari regolarmente soggiornanti, a prescindere dalla verifica delle condizioni di reciprocità di cui al DM.

Nonostante il quadro normativo e nonostante le indicazioni del Ministero, alcuni musei continuavano a limitare la riduzione del biglietto ai soli giovani comunitari.

L’ASGI è quindi intervenuta inviando una lettera alla Direzione Generali Musei del Ministero della Cultura ed alla Galleria Nazionale Umbra  (primo museo rilevato) invitando il primo a modificare il citato DM 507/1997 e a dare ampia diffusione a tutti i poli museali affinché applichino lo sconto anche ai giovani extracomunitari ed affinché modifichino quanto riportato sui loro siti web.

Il MIBACT ha risposto con pec del 13.4.2023 comunicando “che, al fine garantire la parità di trattamento nell’accesso ai musei e ai luoghi della cultura statali per tutti i cittadini compresi tra i 18 e i 25 anni, sarà cura della scrivente portare all’attenzione dei nostri Istituti la questione della corretta applicazione delle agevolazioni previste dal decreto 11 dicembre 1997 e s.m.i., già chiarita dalle FAQ pubblicate sul sito web di questa Direzione generale“.

La Galleria Nazionale Umbra, a seguito di un secondo sollecito, ha finalmente modificato le informazioni riportate sul proprio relativamente alle tariffe.

Occorre proseguire con l’attività di monitoraggio per verificare che i poli museali che limitavano lo sconto ai soli giovani comunitari abbiamo poi corretto le informazioni a seguito delle indicazioni del MIBACT, estendendo lo stesso anche ai giovani extracomunitari.

La lettera dell’ASGI

Tipologia del contenuto:Notizie
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.